24 Aug 2017
Conferenze



Per scrivermi:
Marco Guzzi
Via G. Valmarana 71
00139 - Roma
marcoguzzi@surf.it
 

Nuove Visioni



18 giugno 2008

Questo è un momento cruciale
Il nulla che vedi è la sorgente del tuo significato

Ci sono momenti della storia in cui l’uomo è chiamato a ridisegnare i propri lineamenti, a ridefinire la propria figura, la propria identità, il suo “chi sono io?”. L’essere umano infatti è proprio quel essere che non possiede alcuna identità definita una volta per sempre, e che deve perciò ogni volta darsela questa identità, attraverso l’opera creatrice del proprio pensiero. In questa fatica millenaria esistono però momenti cruciali in cui un intero ciclo di figurazioni, e quindi di culture e di identità storiche, va a compiersi, e l’uomo si ritrova come davanti al Vuoto del proprio Mistero, che può apparirci sia come Nulla e annientamento di ogni senso, sia come Sorgente del nuovo senso che viene appunto a ri-definirci.

In questi momenti cruciali l’essere umano comprende a livelli sempre più profondi di essere veramente un essere singolare e unico entro la molteplice creazione, un essere il cui essere è un movimento, una pro-creazione, alla quale egli stesso partecipa ascoltando e pensando, producendo in un certo senso il discorso che gli dice chi egli sia e che cosa sia il mondo. In questi momenti l’uomo comprende perciò la natura verbale, linguistica e dialogica, di questa produzione di senso, di questa pro-creazione della propria identità. E comprende che questo discorso, che innanzitutto lo de-finisce di fronte al mondo e al mistero della propria provenienza, non può essere un dire da lui autonoma-mente gestito, non può essere un monologo, che non potrebbe che consolidarlo nei limiti già dati del suo essere, ma può sorgere solo da un’apertura essenziale, da un ascolto che appunto lo espone al di là dei suoi confini, al di là di tutto ciò che sa di sé, verso la Fonte sempre nuova della propria essenza.
In questi momenti cioè l’uomo si scopre inter-locutore di una Rivelazione, si scopre in dialogo col Cielo, con gli Dèi, con il mondo degli spiriti, con Dio, con quel Principio che è il Verbo di Dio, la sua Parola che da sempre ci è rivolta per illuminarci nel nostro stesso essere.
In questi momenti perciò si riattiva la potenza poetica del linguaggio, la sua essenza di Appello-Risposta, di Dialogo originario, attraverso il quale di tempo in tempo l’Uomo si de-finisce in rapporto al Mondo e a Dio.

Ogni cultura infatti sorge da una rivelazione poetica, da un discorso che irrompe al di là di ciò che l’uomo di quel tempo avrebbe potuto sapere e dire: così fu per i Rig-Veda, per la rivelazione mosaica, per il Corano, o per l’Incarnazione definitiva del Verbo di Dio in Gesù di Nazaret. Oggi noi viviamo in una fase davvero cruciale in cui sembra che tutte le figurazioni culturali del pianeta si stiano esaurendo e un’altra e nuova figurazione umana inizi a balbettare nei nostri cuori impauriti e stanchi, purificando e trans-figurando l’intero repertorio della storia.
Ecco perché oggi più che mai la dimensione poetica del pensiero torna ad essere centrale, anche se vive e cresce, come sempre d’altronde, ai margini del vecchio mondo che va in frantumi, nelle periferie dell’Impero.
Poetica è quindi oggi ogni attività umana che si apra al Nuovo Disegno di una umanità sempre più consapevole della propria essenza co-creatrice, di una umanità che diviene finalmente consapevole di essere lo strumento poetico, libero e responsabile, della stessa creazione: l’Interlocutore originario di Dio: il suo Tu eterno: la realizzazione corporea della sua Sostanza: la sua immagine vivente e parlante: il suo Figlio prediletto: il suo Cristo, attraverso il quale tutte le cose sono ri-create.

In tal senso è certamente più poetica l’opera di Jung nel XX secolo o di Bohr, di Gandhi o di Heidegger, piuttosto che tante versificazioni e lamentazioni in versi, prodotte da uomini imprigionati nei limiti di ciò che dell’umano sta morendo.
Poetico è oggi solo quel pensiero, quell’opera, quel discorso che porti avanti la pro-creazione dell’umano come essere che libera-mente produce la propria nascita.
Poetica è ogni conoscenza che si scopra co(n)-naissance, come diceva Claudel, co-nascita di me e del mondo ogni volta che provo a dire che cosa sia la realtà e chi sia io stesso.
Poetico è oggi ogni pensiero che illumini l’essenza dinamica del darsi della verità: il suo darsi cioè solo attraverso la pro-creazione poetica dell’uomo, come scriveva molto bene Nicolaj Berdjaev: “La verità non è un dato obiettivo: è una conquista creatrice, una scoperta dello spirito creatore, e non una conoscenza riflessa di un oggetto, dell’esistenza oggettivata. La verità non si confronta con una realtà predefinita, d’origine esterna; un tale confronto è impossibile: essa è la trasfigurazione creatrice di questa stessa realtà.”

Questa è la grande rivoluzione in corso: ridisegnare l’essenza e l’autoconsapevolezza dell’uomo a questo livello di libertà e quindi di responsabilità.
Qui ritroviamo i misteri cristologici della Nuova Umanità (libera, regale, profetica, e sacerdotale) e della Nuova Alleanza tra Dio e Uomo, determinata dall’Incarnazione umana del Verbo stesso di Dio, e ritroviamo al contempo tutti i sogni migliori della modernità, le aspirazioni ad un Mondo Nuovo, ad una Scienza Nuova, ad una Tecnica Nuova, ad un uomo libero e fraterno, ad una società di uguali. Ma ritroviamo queste radici ad un livello assolutamente inedito, per cui sia il cristianesimo storico che le culture laiche della modernità vivono oggi, al di sotto di tutte le mascherate trionfalistiche, un processo sconvolgente di purificazione e di ricominciamento.

Rinnovare la cultura in ogni suo settore richiede perciò, a mio parere, di diventare coscienti di questo trapasso e di favorirne i processi dissolutivi-ricreativi. Molto infatti deve anche scomparire nella transizione in atto, e ce ne rendiamo pienamente conto osservando in particolare i resti, i brandelli della nostra “civiltà letteraria”.
“Infine se distruggi, fallo con attrezzi nuziali”, diceva Char. Distruggiamo cioè solo ciò che ostacoli la coniugazione in atto tra Dio e l’Uomo, e quindi tra di noi. E questi ostacoli sono innanzitutto interiori, psicologici e spirituali: sono le nostre paure ricorrenti, le nostre difese, le nostre arroganze, i nostri dubbi, i nostri riduzionismi e minimalismi, le nostre presunzioni e disperazioni, i nostri banalissimi sogni di “passare alla storia”.
Il cristiano poeta del XXI secolo non vuole affatto passare alla storia, non gli interessano più i Sepolcri, vuole passare invece ogni volta di nuovo all’Eternità, all’esperienza dell’Eterno, già qui presente.
Assolutamente niente di meno.

Se vogliamo per davvero entrare attivamente nel processo in corso siamo chiamati perciò ad un lavoro continuo dentro la spelonca del nostro cuore, perché è lì che avviene il transito antropologico. Dobbiamo ogni giorno lasciar cadere le tante immagini mortificanti e limitanti di noi stessi e dell’essere poeti o qualsiasi altra cosa. Dobbiamo abbandonare l’estetica aristotelica occidentale che relega la dimensione poetica al rango del verosimile, del soggettivo, dell’arbitrario in fondo, lasciando il territorio della verità alla scienza. Dobbiamo conquistare una sorta di semplicità folle, diventare puro silenzio, puro orecchio, flauti, canne vuote e risonanti, vele veloci al girare del Vento, varchi, ponti, pontefici del Nuovo che avanza, madri del nascente, e bimbi che succhiano il latte di una dolcezza infinita. E’ l’umiltà radicale, paradossalmente, quella che appunto non sa più nulla neppure di sé, se non ciò che oggi le viene detto e dato come pane quotidiano di sapienza, l’unica porta verso quella Nuova Regalità cui siamo chiamati.

marcoguzzi@surf.it


Archivio

Il tempo del tramonto
Un'epoca apocalittica da reinterpretare

leggi tutto

13 aprile 2016


L'Insurrezione
dell'umanità nascente

leggi tutto

21 settembre 2015


Papa Francesco e la nuova contestazione globale del XXI secolo
Il pensiero cristiano custodisce l'ultima critica radicale al pensiero unico?

leggi tutto

22 luglio 2015


Diventare sempre più Cristo
Una nuova stagione di fede vissuta

leggi tutto

28 maggio 2015


Parole per nascere - Poesie di un nuovo inizio
Introduzione al nuovo libro di Marco Guzzi

leggi tutto

15 settembre 2014


La Nuova Evangelizzazione
Un tempo nuovo per la chiesa e per il mondo

leggi tutto

19 maggio 2014


Alla ricerca del continente della gioia
Passi, passaggi, pratiche, e grazie

leggi tutto

7 dicembre 2013


Imparare ad amare: il destino dell'uomo
Introduzione al volume "Imparare ad amare"

leggi tutto

31 ottobre 2013


La fede richiede pensiero


leggi tutto

2 settembre 2013


Il tempo di ricominciare
Globalizzazione e Nuova Evangelizzazione

leggi tutto

13 ottobre 2012


Il tempo della nuova coscienza
La rigenerazione in atto del cuore dell'uomo

leggi tutto

4 giugno 2012


Il cuore a nudo (Premessa)
Guarire in dialogo con Dio

leggi tutto

10 marzo 2012


Il nuovo potere dell'uomo nuovo
Dal dominio alla donazione

leggi tutto

19 gennaio 2012


Nuovi esercizi per un tempo nuovo
La spiritualità cristiana alla svolta dei tempi

leggi tutto

29 ottobre 2011


L'educazione dell'umanità nascente
Pedagogia umana e iniziazione cristiana
nel vortice di una svolta antropologica

leggi tutto

21 giugno 2011


Lettera ai miei figli sulla bellezza del matrimonio
In occasione dei 25 anni di unione coniugale con Paola

leggi tutto

16 maggio 2011


Lo stato della cultura a Occidente
Uno sguardo apocalittico

leggi tutto

28 febbraio 2011


Mancano le parole e manca il pane
Miseria dei ricchi e strage dei poveri

leggi tutto

14 dicembre 2010


Amare è trasformare
Lo sguardo messianico che ama e trasfigura il mondo

leggi tutto

23 ottobre 2010


Essere creativi, divenire cristiani
Scoprire l'intima unione tra creatività radicale ed esperienza cristiana

leggi tutto

24 agosto 2010


La vocazione di tutti
Un amore che libera e sovverte

leggi tutto

3 giugno 2010


Ringiovanire il mondo
Chi sono i giovani in un mondo decrepito?

leggi tutto

3 maggio 2010


Il potere di diventare santi


leggi tutto

7 febbraio 2010


Liberare l'azione ad Occidente
Dal senso di impotenza ad un nuovo slancio del cuore

leggi tutto

13 gennaio 2010


Salute/Salvezza
Il nuovo bisogno primario

leggi tutto

12 ottobre 2009


La vera e la falsa vacanza
Dal turismo di massa alla gioia del cuore

leggi tutto

4 agosto 2009


Spiritualità contemporanea ed esistenza cristiana


leggi tutto

6 luglio 2009


Gli ultimi tempi
L'identità umana rimessa in gioco

leggi tutto

6 maggio 2009


Yoga e preghiera cristiana (Introduzione)
Percorsi di liberazione interiore

leggi tutto

13 aprile 2009


San Paolo ad Atene
Ora come allora: l'umanità a un bivio

leggi tutto

4 marzo 2009


Radicati nella trasformazione
Essere cristiani dentro il travaglio della storia

leggi tutto

16 gennaio 2009


La donna nel fuoco
vivo della trasformazione

leggi tutto

17 dicembre 2008


Accogliere gli affaticati e gli oppressi
L’educazione alla fede come processo di liberazione e di guarigione

leggi tutto

16 ottobre 2008


Sperare nell'Eterno per trasformare la storia
Un commento all'Enciclica "Spe salvi" di Benedetto XVI

leggi tutto

25 agosto 2008


Essere davvero mariti per essere padri
nel tempo della trans-figurazione

leggi tutto

15 luglio 2008


Questo è un momento cruciale
Il nulla che vedi è la sorgente del tuo significato

leggi tutto

18 giugno 2008


Tornano le domande di senso
Lo spirito umano nei tempi estremi

leggi tutto

21 maggio 2008


La conversione della chiesa
Essere cristiani nel tempo del ricominciamento

leggi tutto

3 aprile 2008


Perdonarsi
L'alienazione, la colpa, e la nuova integrità

leggi tutto

12 marzo 2008


Poesia e Rivoluzione
Lo stato della poesia in Italia

leggi tutto

20 febbraio 2008


Un tempo di grazia, per ricominciare
Interpretare il tempo presente per favorire
la trans-formazione dell'uomo

leggi tutto

9 gennaio 2008


La mia esperienza nei gruppi di Marco Guzzi
di Alessandro Iapino

leggi tutto

12 dicembre 2007


Democrazia umana
Crisi e rigenerazione del progetto democratico

leggi tutto

20 novembre 2007


Cuori surgelati?
La gabbia di ghiaccio e il vento del disgelo

leggi tutto

1 novembre 2007


Essere popolo
La laicità assoluta dell'umanità nascente

leggi tutto

11 ottobre 2007


Da via Ravenna al Nuovo Salario
La luce del giorno nel cuore di Roma

leggi tutto

20 settembre 2007


Un fuoco non visto incendia la terra
Lo Spirito ci libera dall'ego, anche da quello cristiano

leggi tutto

24 agosto 2007


Poesia come azione
La nascita dell'umanità dal silenzio e dall'ascolto

leggi tutto

23 giugno 2007


Ri-Educarsi
Alcune riflessioni sull'educazione
della nostra umanità nascente

leggi tutto

30 maggio 2007


Ma vogliamo davvero cambiare?
Le piazze urlanti e le rivoluzioni del cuore

leggi tutto

11 maggio 2007


Dico sì o Dico no
E' questo il problema?

leggi tutto

16 aprile 2007


René Char 1907/2007
La profezia dei poeti

leggi tutto

26 marzo 2007


Etty Hillesum
Un Dio da aiutare a nascere

leggi tutto

5 marzo 2007


Una parola fuori dal coro
Il rifiuto profetico di questo mondo
nell'esperienza poetica contemporanea

leggi tutto

12 febbraio 2007


Poeti dell'inizio e della fine
La confessione del poeta

leggi tutto

28 gennaio 2007


Ritrovare un ordine delle priorità
Cosa fare? e quando e come farlo?

leggi tutto

5 gennaio 2007


Verso l'uomo inedito
omaggio a Ernesto Balducci

leggi tutto

22 dicembre 2006


Lo Spartiacque
Ciò che nasce e ciò che muore
a Occidente

leggi tutto

1 dicembre 2006


Tornare a respirare
Il tempo che ci manca

leggi tutto

13 novembre 2006


Terzo Millennio
La fede cristiana all'alba di un'era nuova

leggi tutto

29 ottobre 2006


Il matrimonio come opera d'arte
Sfide e opportunità di una crisi

leggi tutto

14 settembre 2006


Fragilissimi
La fragilità estrema dell'umanità contemporanea
come condizione propizia alla trasformazione

leggi tutto

31 agosto 2006


Al di là dell'io, al di là dell'Occidente
Leggere i segni dei tempi
nel travaglio della poesia contemporanea

leggi tutto

12 agosto 2006


La liquidazione dell'uomo vecchio
Intervista del quotidiano Avvenire a MG

leggi tutto

27 luglio 2006


Darsi pace
Urgenza psicologica e necessità storica

leggi tutto

15 luglio 2006


Rinascere
Tre lezioni sul rapporto
tra esperienza cristiana e pratica dello Yoga
alla svolta dei tempi

leggi tutto

28 giugno 2006


RINASCERE (2a parte)
Tre lezioni sul rapporto
tra esperienza cristiana e pratica dello Yoga
alla svolta dei tempi

leggi tutto

28 GIUGNO 2006


In my end is my beginning
Comprendere e vivere
il tempo della trans-figurazione

leggi tutto

7 giugno 2006


Emily Dickinson: poesia come visione e nascita
Concepire l'Eterno come tempo presente

leggi tutto

19 maggio 2006


Amore e Incarnazione
Un commento all'enciclica sull'amore
di Benedetto XVI

leggi tutto

1 maggio 2006


Dialoghi oltre la soglia
ricordando Giovanna Sicari

leggi tutto

15 aprile 2006


Perché i poeti alla fine di un mondo?
Per Martin Heidegger a trenta anni dalla morte

leggi tutto

3 aprile 2006


L'ultima lezione


leggi tutto

3 aprile 2006


Inaugurare l'umano
Introduzione al pensiero
di Maurice Bellet

leggi tutto

15 marzo 2006


In che cosa posso sperare?
Forme e contenuti della speranza
alla fine di un mondo

leggi tutto

2 marzo 2006


Lo splendore del volto
Alcune riflessioni sull'arte contemporanea

leggi tutto

1 febbraio 2006


Passaggio cruciale
La fine di un mondo
e la nascita dell'uomo

leggi tutto

9 gennaio 2006


Beati i puri di cuore
perché vedranno Dio

leggi tutto

5 dicembre 2005


Fede e politica nel XXI secolo
La nuova integrazione
tra spiritualità e prassi trasformative

leggi tutto

15 novembre 2005


Il forte vento della trasformazione
L'esigenza contemporanea e la ricerca
di nuovi itinerari di liberazione interiore

leggi tutto

22 ottobre 2005


Chi parla a chi?
L'autoreferenzialità della cultura dominante
e il balbettio dell'umanità nascente

leggi tutto

6 ottobre 2005


Testimoniare la speranza nel tempo dell'agonia delle civiltà
Alcune riflessioni in vista del Convegno ecclesiale del 2006

leggi tutto

25 agosto 2005


Perdono e Rivoluzione
Intorno ad alcuni contenuti messianici di una conferenza di Jacques Derrida

leggi tutto

15 giugno 2005


Un'umanità che si autocrea?
Alcune riflessioni sulla fecondazione artificiale

leggi tutto

21 maggio


La nuova umanità: di pace
La riconiugazione tra la visione escatologica cristiana e la speranza laica alla svolta dei tempi

leggi tutto

5 maggio 2005


Il tempo più propizio
per un rinnovamento della vita e della cultura cristiane

leggi tutto

5 aprile 2005


Perché e come scrivo poesia
in attesa di un pubblico, in attesa di un mondo

leggi tutto

5 aprile 2005


Mario Luzi: omaggio alla memoria
Dai nostri frammenti l'annuncio di un battesimo

leggi tutto

1 marzo


Per una poetica della gioia
L'eredità poetica del XX secolo

leggi tutto

1 marzo 2005


Tsunami
Il male del mondo e la nostra speranza

leggi tutto

3 febbraio 2005


Lamento con Dio per lo tsunami e risposta


leggi tutto

3 febbraio 2005


Nuove Visioni
Incarnare la verità che si esprime

leggi tutto

10 gennaio 2005


   webmaster: Giulio Balestreri