20 Oct 2017
Conferenze



Per scrivermi:
Marco Guzzi
Via G. Valmarana 71
00139 - Roma
marcoguzzi@surf.it
 

Nuove Visioni



4 marzo 2009

San Paolo ad Atene
Ora come allora: l'umanità a un bivio

Con Paolo ad Atene per leggere il nostro presente

In questo breve intervento vorrei provare a seguire san Paolo nella sua missione ad Atene, e vorrei ascoltare il suo discorso sulla collina dell’Areopago, per comprendere meglio il tempo che stiamo vivendo noi in questo esordio di millennio. La Parola di Dio infatti è viva solo se qualcuno la incarna adesso, nella propria vicenda esistenziale e storica più concreta, lasciandone trasparire quello Spirito, quella Luce che trasforma ogni momento della vita e della storia collettiva, facendone una fase precisa della storia della salvezza.

Tenteremo dunque una piccola interpretazione del nostro tempo alla luce delle parole di san Paolo, svolgendola in tre punti fondamentali:
1.ci chiederemo prima di tutto quali caratteristiche mostri la città di Atene che la rendano per certi versi analoga alle società dominanti odierne;
2.poi vedremo che cosa annunci san Paolo in quel contesto, e tenteremo di individuare che cosa siamo chiamati noi stessi ad annunciare in modo credibile ed efficace nel nostro ambiente culturale postmoderno;
3.e infine vedremo quali effetti ottenga san Paolo, che cosa impari dalla reazione degli Ateniesi, e che cosa ne possiamo apprendere noi.


Idolatria e culture impotenti

Atene si mostra agli occhi di san Paolo come una città piena di idoli (Atti 17,16), che fanno fremere il cuore dell’apostolo. Anche oggi le nostre città sono piene di immagini accattivanti e seduttive, e fiumi di immagini ci avvolgono dappertutto, facendoci vivere entro una realtà sempre più virtuale e artificiale. Viviamo anzi in un ambiente che ci dà l’illusione che il mondo sia fatto tutto dalle nostre mani.
Questa è un po’ la grande idolatria contemporanea: crediamo solo in ciò che produciamo noi stessi, e creiamo un mondo immaginario solo per avvincere i nostri sensi alle cose del mondo, agli oggetti del mercato.
Quasi più nulla, nemmeno l’arte, allude al mistero di una ulteriorità, di una provenienza, e di una destinazione finale delle cose visibili.
L’idolatria di oggi ci vincola perciò ai limiti spazio-temporali di questo mondo, e quindi alla morte, al nulla, e al non senso. E’ la dittatura del visibile, ridotto a sua volta a ciò che può essere prodotto (alla tecnologia), e venduto (al mercato), come precisa bene il sociologo americano Jeremy Rifkin: “Quello che per qualcuno può essere un’utopia, per altri è un incubo. Provate a immaginare di svegliarvi, una mattina, e di scoprire che ogni cosa che vi riguarda è a pagamento: la vostra vita è diventata un’esperienza di natura esclusivamente commerciale. (…) L’era dell’accesso si definisce, soprattutto, attraverso il crescente asservimento delle esperienze alla sfera economica. Reti commerciali di ogni dimensione e della più varia natura tessono una ragnatela che avvolge completamente l’esistenza umana, riducendone ogni momento a merce”.

Ad Atene poi prolifera una cultura già decadente. Paolo parla di filosofi epicurei e stoici, ma non c’è più alcuna grandezza in loro, quanto piuttosto una gran voglia di chiacchierare a vanvera (Atti 17,21).
Anche oggi domina una cultura decadente e impotente, fatta di riduzionismo scientistico, di psicologismo a buon mercato, e di un profluvio di chiacchiere che trasbordano da miriadi di festival della filosofia, delle letterature, della matematica, della storia, o di chi sa che: festival, comunque, come a san Remo, dove si va a sentire parlare questo o quello, dove ognuno dice la sua, ognuno se la canta e se la suona, tanto poi in realtà non cambia proprio niente, e a governare i cuori e le menti resta l’unica ideologia rimasta, quella della mercificazione universale.


L’annuncio è ancora sconvolgente

In questo contesto da cultura terminale, da fine di un’epoca, Paolo annuncia sostanzialmente tre cose:
a) al di sopra di tutti i vostri dèi e idoli vari c’è il vero Dio, il vero Principio della creazione, che trascende perciò il mondo, pur essendone il Principio e la sostanza essenziale (Atti 17,28);
b) l’uomo è di stirpe divina, è anch’egli perciò più grande del mondo, e non deve perciò sottostare ad alcun potere di questa realtà mondana (né divino né umano): l’uomo è il centro e lo scopo della creazione, infatti Dio “ha stabilito l’ordine dei tempi e i confini del loro spazio” (Atti 17,26), affinché l’uomo possa conoscere Dio e servirlo come ministro della creazione, a quest’unico scopo;
c) proprio adesso ci troviamo in un momento decisivo della storia, in cui “Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi”(Atti 17,30). Dobbiamo cioè prepararci ad un giudizio globale che misurerà ogni uomo sulla nuova misura di umanità che è già presente nel Cristo Risorto.

Anche noi dobbiamo riannunciare in modo credibile queste tre idee fondamentali.
Dobbiamo ricordare che c’è un Principio Spirituale che trascende tutta la realtà visibile e materiale, e ne è la sorgente creativa. Dobbiamo ribadire che l’uomo è in relazione diretta con questa Fonte, e che perciò è libero e divino. Dobbiamo cioè combattere ogni riduzionismo, che pretenda di ridurre appunto l’essere umano a cosa di natura. No, dobbiamo rivendicare la follia umana, la sua assoluta unicità e dignità, la sua estraneità rispetto ai limiti di questo mondo, la sua grandezza che è più vasta di ogni confine spazio-temporale. E infine dobbiamo anche noi annunciare che ci troviamo in un momento singolarissimo della storia del mondo, in un punto cruciale e fatale in cui l’annuncio cristiano della Nuova Umanità sembra trovare conferma nella storia, e addirittura nella cronaca quotidiana ormai, nel tracollo sempre più drammaticamente evidente di tutte le culture belliche della terra. Dobbiamo annunciare che in questa fase ultimativa della storia del pianeta si apre dinanzi a tutti noi con inaudita radicalità la biforcazione tra annientamento totale e profondissimo rinnovamento.

Tutti siamo perciò chiamati ad aprirci a processi più radicali di purificazione dagli elementi idolatrici e alienati di cui siamo ancora impastati, sia come culture storiche e religiose, che come individui, come Giovanni Paolo II ci ha sempre ricordato additandoci nel Giubileo del 2000 un punto di ricominciamento per tutta la Chiesa.


L’annuncio come liberazione nella potenza dello Spirito

Di fronte all’annuncio della Risurrezione, e cioè della trasformazione definitiva della materia corporea di tutta la creazione, san Paolo incontra sia la derisione, sia il rifiuto, che l’adesione.
Paolo comprende però che l’annuncio della trasfigurazione della carne non può fondarsi solo sulla logica persuasiva dei discorsi. Per annunciare l’inaudito miracolo ci vuole l’inaudita potenza dello Spirito: “la mia parola e il mio messaggio non si basarono su discorsi persuasivi di sapienza, ma sulla manifestazione dello Spirito e della sua potenza”(1Cor. 2,4).

Per noi questo significa che l’annuncio della Nuova Umanità crescente non può limitarsi ad essere un bel discorso razionale o morale, ma deve portare con sé un’effettiva potenza di liberazione.
Questo attende il mondo e ogni uomo: una parola di straordinaria potenza che ci illumini, ci liberi, e ci guarisca. Questa parola c’è, è in noi, dobbiamo forse imparare meglio a farla risuonare, perciò urgono nuovi itinerari che ci aiutino a entrare in contatto con le profondità spirituali del nostro uomo nascente.

marcoguzzi@surf.it


Archivio

Il tempo del tramonto
Un'epoca apocalittica da reinterpretare

leggi tutto

13 aprile 2016


L'Insurrezione
dell'umanità nascente

leggi tutto

21 settembre 2015


Papa Francesco e la nuova contestazione globale del XXI secolo
Il pensiero cristiano custodisce l'ultima critica radicale al pensiero unico?

leggi tutto

22 luglio 2015


Diventare sempre più Cristo
Una nuova stagione di fede vissuta

leggi tutto

28 maggio 2015


Parole per nascere - Poesie di un nuovo inizio
Introduzione al nuovo libro di Marco Guzzi

leggi tutto

15 settembre 2014


La Nuova Evangelizzazione
Un tempo nuovo per la chiesa e per il mondo

leggi tutto

19 maggio 2014


Alla ricerca del continente della gioia
Passi, passaggi, pratiche, e grazie

leggi tutto

7 dicembre 2013


Imparare ad amare: il destino dell'uomo
Introduzione al volume "Imparare ad amare"

leggi tutto

31 ottobre 2013


La fede richiede pensiero


leggi tutto

2 settembre 2013


Il tempo di ricominciare
Globalizzazione e Nuova Evangelizzazione

leggi tutto

13 ottobre 2012


Il tempo della nuova coscienza
La rigenerazione in atto del cuore dell'uomo

leggi tutto

4 giugno 2012


Il cuore a nudo (Premessa)
Guarire in dialogo con Dio

leggi tutto

10 marzo 2012


Il nuovo potere dell'uomo nuovo
Dal dominio alla donazione

leggi tutto

19 gennaio 2012


Nuovi esercizi per un tempo nuovo
La spiritualità cristiana alla svolta dei tempi

leggi tutto

29 ottobre 2011


L'educazione dell'umanità nascente
Pedagogia umana e iniziazione cristiana
nel vortice di una svolta antropologica

leggi tutto

21 giugno 2011


Lettera ai miei figli sulla bellezza del matrimonio
In occasione dei 25 anni di unione coniugale con Paola

leggi tutto

16 maggio 2011


Lo stato della cultura a Occidente
Uno sguardo apocalittico

leggi tutto

28 febbraio 2011


Mancano le parole e manca il pane
Miseria dei ricchi e strage dei poveri

leggi tutto

14 dicembre 2010


Amare è trasformare
Lo sguardo messianico che ama e trasfigura il mondo

leggi tutto

23 ottobre 2010


Essere creativi, divenire cristiani
Scoprire l'intima unione tra creatività radicale ed esperienza cristiana

leggi tutto

24 agosto 2010


La vocazione di tutti
Un amore che libera e sovverte

leggi tutto

3 giugno 2010


Ringiovanire il mondo
Chi sono i giovani in un mondo decrepito?

leggi tutto

3 maggio 2010


Il potere di diventare santi


leggi tutto

7 febbraio 2010


Liberare l'azione ad Occidente
Dal senso di impotenza ad un nuovo slancio del cuore

leggi tutto

13 gennaio 2010


Salute/Salvezza
Il nuovo bisogno primario

leggi tutto

12 ottobre 2009


La vera e la falsa vacanza
Dal turismo di massa alla gioia del cuore

leggi tutto

4 agosto 2009


Spiritualità contemporanea ed esistenza cristiana


leggi tutto

6 luglio 2009


Gli ultimi tempi
L'identità umana rimessa in gioco

leggi tutto

6 maggio 2009


Yoga e preghiera cristiana (Introduzione)
Percorsi di liberazione interiore

leggi tutto

13 aprile 2009


San Paolo ad Atene
Ora come allora: l'umanità a un bivio

leggi tutto

4 marzo 2009


Radicati nella trasformazione
Essere cristiani dentro il travaglio della storia

leggi tutto

16 gennaio 2009


La donna nel fuoco
vivo della trasformazione

leggi tutto

17 dicembre 2008


Accogliere gli affaticati e gli oppressi
L’educazione alla fede come processo di liberazione e di guarigione

leggi tutto

16 ottobre 2008


Sperare nell'Eterno per trasformare la storia
Un commento all'Enciclica "Spe salvi" di Benedetto XVI

leggi tutto

25 agosto 2008


Essere davvero mariti per essere padri
nel tempo della trans-figurazione

leggi tutto

15 luglio 2008


Questo è un momento cruciale
Il nulla che vedi è la sorgente del tuo significato

leggi tutto

18 giugno 2008


Tornano le domande di senso
Lo spirito umano nei tempi estremi

leggi tutto

21 maggio 2008


La conversione della chiesa
Essere cristiani nel tempo del ricominciamento

leggi tutto

3 aprile 2008


Perdonarsi
L'alienazione, la colpa, e la nuova integrità

leggi tutto

12 marzo 2008


Poesia e Rivoluzione
Lo stato della poesia in Italia

leggi tutto

20 febbraio 2008


Un tempo di grazia, per ricominciare
Interpretare il tempo presente per favorire
la trans-formazione dell'uomo

leggi tutto

9 gennaio 2008


La mia esperienza nei gruppi di Marco Guzzi
di Alessandro Iapino

leggi tutto

12 dicembre 2007


Democrazia umana
Crisi e rigenerazione del progetto democratico

leggi tutto

20 novembre 2007


Cuori surgelati?
La gabbia di ghiaccio e il vento del disgelo

leggi tutto

1 novembre 2007


Essere popolo
La laicità assoluta dell'umanità nascente

leggi tutto

11 ottobre 2007


Da via Ravenna al Nuovo Salario
La luce del giorno nel cuore di Roma

leggi tutto

20 settembre 2007


Un fuoco non visto incendia la terra
Lo Spirito ci libera dall'ego, anche da quello cristiano

leggi tutto

24 agosto 2007


Poesia come azione
La nascita dell'umanità dal silenzio e dall'ascolto

leggi tutto

23 giugno 2007


Ri-Educarsi
Alcune riflessioni sull'educazione
della nostra umanità nascente

leggi tutto

30 maggio 2007


Ma vogliamo davvero cambiare?
Le piazze urlanti e le rivoluzioni del cuore

leggi tutto

11 maggio 2007


Dico sì o Dico no
E' questo il problema?

leggi tutto

16 aprile 2007


René Char 1907/2007
La profezia dei poeti

leggi tutto

26 marzo 2007


Etty Hillesum
Un Dio da aiutare a nascere

leggi tutto

5 marzo 2007


Una parola fuori dal coro
Il rifiuto profetico di questo mondo
nell'esperienza poetica contemporanea

leggi tutto

12 febbraio 2007


Poeti dell'inizio e della fine
La confessione del poeta

leggi tutto

28 gennaio 2007


Ritrovare un ordine delle priorità
Cosa fare? e quando e come farlo?

leggi tutto

5 gennaio 2007


Verso l'uomo inedito
omaggio a Ernesto Balducci

leggi tutto

22 dicembre 2006


Lo Spartiacque
Ciò che nasce e ciò che muore
a Occidente

leggi tutto

1 dicembre 2006


Tornare a respirare
Il tempo che ci manca

leggi tutto

13 novembre 2006


Terzo Millennio
La fede cristiana all'alba di un'era nuova

leggi tutto

29 ottobre 2006


Il matrimonio come opera d'arte
Sfide e opportunità di una crisi

leggi tutto

14 settembre 2006


Fragilissimi
La fragilità estrema dell'umanità contemporanea
come condizione propizia alla trasformazione

leggi tutto

31 agosto 2006


Al di là dell'io, al di là dell'Occidente
Leggere i segni dei tempi
nel travaglio della poesia contemporanea

leggi tutto

12 agosto 2006


La liquidazione dell'uomo vecchio
Intervista del quotidiano Avvenire a MG

leggi tutto

27 luglio 2006


Darsi pace
Urgenza psicologica e necessità storica

leggi tutto

15 luglio 2006


Rinascere
Tre lezioni sul rapporto
tra esperienza cristiana e pratica dello Yoga
alla svolta dei tempi

leggi tutto

28 giugno 2006


RINASCERE (2a parte)
Tre lezioni sul rapporto
tra esperienza cristiana e pratica dello Yoga
alla svolta dei tempi

leggi tutto

28 GIUGNO 2006


In my end is my beginning
Comprendere e vivere
il tempo della trans-figurazione

leggi tutto

7 giugno 2006


Emily Dickinson: poesia come visione e nascita
Concepire l'Eterno come tempo presente

leggi tutto

19 maggio 2006


Amore e Incarnazione
Un commento all'enciclica sull'amore
di Benedetto XVI

leggi tutto

1 maggio 2006


Dialoghi oltre la soglia
ricordando Giovanna Sicari

leggi tutto

15 aprile 2006


Perché i poeti alla fine di un mondo?
Per Martin Heidegger a trenta anni dalla morte

leggi tutto

3 aprile 2006


L'ultima lezione


leggi tutto

3 aprile 2006


Inaugurare l'umano
Introduzione al pensiero
di Maurice Bellet

leggi tutto

15 marzo 2006


In che cosa posso sperare?
Forme e contenuti della speranza
alla fine di un mondo

leggi tutto

2 marzo 2006


Lo splendore del volto
Alcune riflessioni sull'arte contemporanea

leggi tutto

1 febbraio 2006


Passaggio cruciale
La fine di un mondo
e la nascita dell'uomo

leggi tutto

9 gennaio 2006


Beati i puri di cuore
perché vedranno Dio

leggi tutto

5 dicembre 2005


Fede e politica nel XXI secolo
La nuova integrazione
tra spiritualità e prassi trasformative

leggi tutto

15 novembre 2005


Il forte vento della trasformazione
L'esigenza contemporanea e la ricerca
di nuovi itinerari di liberazione interiore

leggi tutto

22 ottobre 2005


Chi parla a chi?
L'autoreferenzialità della cultura dominante
e il balbettio dell'umanità nascente

leggi tutto

6 ottobre 2005


Testimoniare la speranza nel tempo dell'agonia delle civiltà
Alcune riflessioni in vista del Convegno ecclesiale del 2006

leggi tutto

25 agosto 2005


Perdono e Rivoluzione
Intorno ad alcuni contenuti messianici di una conferenza di Jacques Derrida

leggi tutto

15 giugno 2005


Un'umanità che si autocrea?
Alcune riflessioni sulla fecondazione artificiale

leggi tutto

21 maggio


La nuova umanità: di pace
La riconiugazione tra la visione escatologica cristiana e la speranza laica alla svolta dei tempi

leggi tutto

5 maggio 2005


Il tempo più propizio
per un rinnovamento della vita e della cultura cristiane

leggi tutto

5 aprile 2005


Perché e come scrivo poesia
in attesa di un pubblico, in attesa di un mondo

leggi tutto

5 aprile 2005


Mario Luzi: omaggio alla memoria
Dai nostri frammenti l'annuncio di un battesimo

leggi tutto

1 marzo


Per una poetica della gioia
L'eredità poetica del XX secolo

leggi tutto

1 marzo 2005


Tsunami
Il male del mondo e la nostra speranza

leggi tutto

3 febbraio 2005


Lamento con Dio per lo tsunami e risposta


leggi tutto

3 febbraio 2005


Nuove Visioni
Incarnare la verità che si esprime

leggi tutto

10 gennaio 2005


   webmaster: Giulio Balestreri